TanaLiberaMente: “La Radio è il Teatro della Mente”

“La Radio è il teatro della mente.”  (Steve Allen)

Con il nuovo A.S. 2018/2019, per il progetto di potenziamento, Tana Libera Mente, si tenta di creare la radio web del 205° Circolo Didattico di Anguillara Sabazia. Si è deciso di proporre il progetto “La Radio è il teatro della mente” perché si vuole provare a coniugare due aspetti, uno è quello della radio come strumento privilegiato per la comunicazione; l’altro riguarda la scuola come luogo in cui si impara a comunicare e ad ascoltare per riflettere e condividere opinioni, esperienze, sentimenti e idee. Si ritiene, inoltre, che il progetto possa contribuire a sollecitare la motivazione allo studio e alla ricerca, in quanto il lavoro nella redazione, la creazione del podcast, richiede abilità di analisi e memorizzazione dei contenuti ricercati sia all’interno dei curricoli didattici sia in ambito extra scolastico. Tenendo presente le raccomandazioni delle Indicazioni Nazionali e quelle Europee, il progetto, quindi, mira a promuovere le potenzialità espressive e creative dei bambini coinvolti e la loro capacità di rielaborare in modo personale le informazioni acquisite. Per i motivi sui esposti, particolare cura sarà rivolta a sviluppare abilità comunicative e capacità propositive nell’ambito di esperienze di condivisione e partecipazione; verrà sollecitato il pensiero divergente, quello che non si accontenta delle soluzioni conseguite solo con la logica, ma le ricerca attraverso l’immaginazione di nuovi percorsi. Riteniamo che sia questo un modo per creare i presupposti per lo sviluppo delle Competenze Chiave Europee, quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione dello sviluppo personale, cognitivo, emotivo e sociale. Alternando la didattica frontale a quella laboratoriale con le classi terze, delle sezioni A-B-C, in collegamento con il progetto annuale di interclasse: “Cosa sono le emozioni?”, si propone un viaggio legato all’esplorazione di alcune emozioni: la rabbia, la paura, la felicità e la timidezza. Attraverso la lettura di testi ricercati e  di storie create si tenterà di diffondere “la voce bambina”. Con le classi quarte A-B-C, attraverso l’uso di una “capsula del tempo” il viaggio proposto sarà attraverso il tempo per conoscere i miti nella storia del genere umano, dalla preistoria ai giorni nostri. Puoi vedere i bambini all’opera cliccando sulle parole in azzurro… e non scordarti di cliccare su  LA CAPSULA DEL TEMPO!