Informativa sulla somministrazione farmaci a scuola.

Comunicazione  n. 10 del 16/09/15

 

Ai Docenti infanzia e primaria
205° CIRCOLO DIDATTICO

Al DSGA

Al personale ATA

Alle famiglie

p.c. Al Medico Scolastico

 

Oggetto: informativa sulla somministrazione farmaci a scuola

Con la presente si intende informare le figure in indirizzo sulle procedure relative alla somministrazione dei farmaci a scuola (Informativa ASL RMF):

 

  1. SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI AD ALUNNI AFFETTI DA PATOLOGIE CRONICHE CHE RICHIEDONO TRATTAMENTI DI EMERGENZA O TRATTAMENTI RIPETUTI IN ORARIO SCOLASTICO
  1. a) I GENITORI consegnano al Dirigente Scolastico e, per conoscenza, al Medico Scolastico, un certificato rilasciato dal Medico curante o dal Centro specialistico che gestisce la patologia (esiste un apposito vademecum per i genitori da richiedere in segreteria – Angela – in caso di bisogno)
  2. b) Il DIRIGENTE SCOLASTICO, sentito il MEDICO SCOLASTICO, nomina tra il personale docente o non docente, dando la preferenza a coloro che hanno effettuato i corsi di primo soccorso, un addetto alla somministrazione del farmaco in caso di necessità.
  3. c) Il MEDICO SCOLASTICO non prescrive farmaci. Ad ogni inizio di a.s. raccoglie, mediante apposito modulo (da richiedere in segreteria – Angela), le richieste dei genitori e del medico curante dell’alunno/a affetto/a da patologia cronica ed INDIVIDUA CON IL DIRIGENTE SCOLASTICO, una o più persone scelte tra il personale docente posto comune o sostegno, assistenti AEC, dipendenti ATA, che si renda disponibile a somministrare i farmaci ai bambini.
  1. SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI AD ALUNNI AFFETTI DA MALATTIE TEMPORANEE CHE RICHIEDONO TRATTAMENTI LIMITATI NEL TEMPO IN ORARIO SCOLASTICO

Nel caso in cui non fosse possibile somministrare il farmaco in orario diverso da quello scolastico, su richiesta scritta presentata in Direzione, i GENITORI saranno autorizzati ad entrare in classe per somministrare il farmaco al proprio bambino/a.

  1. EMERGENZE (TRAUMI, DOLORI ACUTI,…QUALSIASI SITUAZIONE CHE FACCIA TEMERE PER LA VITA E L’INCOLUMITÀ DELL’ALUNNO/A.

In questi casi la scuola ha soltanto il dovere e la responsabilità di CHIAMARE IL 118 non somministrando alcun farmaco ed attuando quelle MISURE DI PRIMO SOCCORSO tali da alleviare le sofferenze e il disagio dell’alunno/a.

Resta inteso che la scuola provvederà ad AVVERTIRE SEMPRE LA FAMIGLIA

Il Dirigente scolastico
(Dott.ssa Paola Di Napoli)